Bellezza Corpo

I benefici estetici della canapa

Strano destino, quello della Canapa, nome italiano della Cannabis Sativa: per decenni considerata una pianta fondamentale, come un po’ lo è quella del cotone, fornitrice di una materia prima importante per realizzare fibre, a loro volta impegnate nella realizzazione di tessuti e cordami, col tempo si è trasformata in una pianta proibita, al centro di frequenti controversie sulla sua legittimità, a causa della possibilità di estrarne principi psicoattivi.

Ultimamente, però, e per fortuna, è stata molto rivalutata, soprattutto dal punti di vista dell’utilizzo in campo estetico. La fitocosmesi, infatti, con la pianta di canapa, acquisisce un elemento fondamentale, arricchendosi del prezioso olio di canapa che si ricava dai suoi semi, di grande pregio cosmetico, in virtù dell’alto contenuto di acidi grassi insaturi, ottimi anche per il consumo. L’impiego, in base alle normative europee, è liberamente consentito grazie alla coltivazione di varietà di sementi di canapa contenenti meno dello 0,3% di THC (le famose e combattute sostanze psicoattive), prive, pertanto, di proprietà oppiacee e narcotiche.

Olio di canapa: le applicazioni

Il prodotto che se ne ricava presenta un’elevata fluidità, che lo identifica fra i migliori oli da massaggio, penetrando molto facilmente, senza ungere, e donando idratazione e morbidezza anche alle pelli meno giovani. Non a caso, infatti, nell’industria della cosmesi si propone come ottimo ed indispensabile ingrediente per tutti i prodotti “anti-age”, riservati ad una platea, al 99% femminile, per il trattamento delle pelli mature, particolarmente da ammorbidire, e tendenti a disturbi della cheratinizzazione. Questi tipi di prodotti cosmetici oggi sono facilmente disponibili nelle erboristerie oppure online su store specializzati.

Moderatamente untuoso, l’olio di canapa, presentando un così elevato titolo di antiossidanti, acidi essenziali, di Omega3 e Omega6, ma anche di vitamine A, E, B1 e B2, viene ritenuto un valido componente di creme, latti, gel destinati al trattamento di pelli secche e disidratate, ma anche suggerito quale ideale integrante di prodotti solari, con particolare riferimento ai doposole, soluzioni per l’igiene del capello, e saponi neutri, liquidi ma anche solidi, in panetti di profumeria.

Oltre ad essere utilizzato come base per creme restitutive ed elasticizzanti, viene impegnato anche come integratore di alcuni cosmetici per uomo, nelle linee dedicate alla rasatura, e in trattamenti per il corpo unisex, specie per cure d’urto, intensive e rigeneranti, particolarmente diffuso nei prodotti di cosmesi naturale e biologica. Infatti, i semi di Canapa Sativa da cui viene estratto l’olio, non contenendo il principio psico-attivo THC, cioè la sostanza stupefacente, possiedono un basso impatto ambientale, anche in virtù delle caratteristiche della pianta, che non richiede necessariamente pesticidi o diserbanti. Ottima quindi anche per altri settori come l’alimentazione (è frequente l’uso dell’olio di canapa all’interno di integratori alimentari), ma anche detersivi per la casa, e in campo farmaceutico.

Anche grazie alla liberalizzazione dell’apertura di molti punti vendita di prodotti della Cannabis Sativa priva dei principi proibiti per legge, è oggi ancora più facile reperire prodotti di estetica e cosmesi dichiaratamente a base di olio di semi di canapa, che presenta anche proprietà antinfiammatorie e lenitive, tanto da essere utilizzato come base per creme per la screpolatura delle mani, utilissime nella stagione fredda.

Curiosità

In Colorado esiste un centro benessere, il Nature’s Root, che utilizza, unico al mondo, solo prodotti biologici derivati dalla canapa, che coltivano nel proprio interno dal 2013, comprese lozioni e prodotti per i dolori muscolari.

Altri argomenti interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *