Bellezza Capelli

Capelli: come prendersene cura tutto l’anno

Molte persone si prendono cura della loro chioma solo quando iniziano a comparire i primi problemi. Doppie punte, alopecia, capelli bianchi precoci e quant’altro sono, però, la conseguenza di una errata e superficiale cura della capigliatura, che andrebbe invece trattata in maniera adeguata durante tutto l’anno, in tutte le stagioni e con la dovuta attenzione.

I capelli sono uno dei simboli di femminilità e bellezza per eccellenza. Allora perché non prendersene cura con costanza e senza sottovalutare i rischi di una errata “manutenzione”?

Video con consigli per avere dei capelli splendidi

Questo Contenuto è bloccato

L’importanza della dieta.

I capelli, per essere sani, forti e luminosi, ma anche per crescere in maniera rapida e costante, hanno bisogno di nutrimento. Questo nutrimento arriva per la maggior parte da ciò che noi mangiamo ed è per questo fondamentale seguire una dieta equilibrata e sana. Per avere una bella capigliatura, in sostanza, bisogna prendersi cura di tutto il corpo.

I tipi di capelli.

I capelli non sono tutti uguali. Esistono, infatti, diversi tipi di capigliatura, fatto che ci chiarisce quanto sia importante scegliere i prodotti adatti al nostro tipo di capello, per curare in maniera adeguata la chioma, senza causare danni. Le due tipologie più diffuse sono le seguenti.

I capelli grassi. Questo tipo di capello è originato dalla produzione eccessiva di sebo, sostanza che normalmente lubrifica e protegge il cuoio capelluto. Oltre ad essere un inestetismo marcato, avere i capelli grassi può diventare con il tempo un problema, dato che questa è una delle cause principali della caduta dei capelli per alopecia seborroica.

Per combattere i capelli grassi vi consigliamo questa maschera naturale fatta in casa:

Per prepararla avrete bisogno appena di un rotolo di pellicola trasparente, di due cucchiai di mandorle in polvere e di due cucchiai di olio di mandorle dolci. Mescolate gli ingredienti ed applicate il composto ottenuto su tutta la capigliatura. A questo punto dovrete avvolgere i capelli nella pellicola trasparente per poi coprire la testa con un telo caldo. Aspettate che la maschera faccia effetto e, dopo circa 30 minuti, risciacquate con acqua calda.

I . Questo tipo di capello è causato da diversi problemi come la scarsa produzione di sebo, una disfunzione al livello delle ghiandole, l’ereditarietà, e molto altro. Gli agenti esterni come vento, freddo, sole, cloro, acqua di mare e quant’altro possono aggravare la situazione.

Per combattere i capelli secchi e sfibrati vi consigliamo di provare questa maschera fai-da-te.

Prendere due mele, una banana e 250 ml di glicerina. Tagliate a pezzetti la frutta e passatela al mixer o nel frullatore. Aggiungete la glicerina e mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo e non troppo liquido. Applicate il tutto lungo l’intera capigliatura e sul cuoio capelluto ed attendete che la maschera faccia effetto. Risciacquate dopo 10 minuti.

Come pulire e pettinare i capelli nella maniera corretta.

E’ importante prendersi cura della chioma ogni giorno in maniera corretta. Questo vi aiuterà a prevenire inestetismi e problemi connessi alla capigliatura, avendo sempre capelli sani, forti e belli da vedere.

Il lavaggio è un passo fondamentale. Innanzitutto dovete sempre usare prodotti specifici per il vostro tipo di capello, avendo cura di leggere di volta in volta le etichette in modo da impiegare i prodotti senza errori. Un’altra accortezza è quella di risciacquare sempre bene tutti i residui di shampoo e balsamo, in modo da non appesantire la chioma dopo l’asciugatura. Evitate anche di utilizzare un’acqua di lavaggio a temperature troppo elevate, cosa che potrebbe stressare troppo i capelli.

La spazzolatura è il secondo passo di una buona cura quotidiana dei capelli. La spazzola porta via impurità, cellule morte, forfora e quant’altro, ripulendo la chioma ed il cuoio capelluto da residui sgraditi. E’ quindi importante spazzolare i capelli con frequenta, senza strattonare o tirare nel caso di nodi, ma sempre con delicatezza ed accuratezza.

Le tinture per capelli.

L’arte di tingersi i capelli per coprire i segni del tempo oppure per cambiare i proprio look in un sol colpo è antichissima. Attualmente esistono numerosi tipi di tinture per capelli che vanno da quelle naturali, come l’Henné, a quelle chimiche permanenti, in grado di durare a lungo, ricrescita permettendo.

E’ molto importante però sapere cosa si compra e cosa ci si mette in testa, dato che molte tinture per capelli sono accusate di essere un rischio per la salute della donna.

Leggete sempre bene le etichette. Sapevate, per esempio, che ci sono degli ingredienti vietati perché considerati dannosi per la salute? Eccone l’elenco completo:

  • 6-metossi-2,3-piridindiammina e il suo sale HCl
  • 2,3-naftalendiolo
  • 2,4-diamminodifenilammina
  • 2,6-bis (2-idrossietossi)-3,5-piridindiammina
  • 2-metossimetil-p-amminofenolo
  • 4,5-diammino-1-metilpirazolo e il suo sale HCl
  • Solfato 4,5-diammino-1-(4-clorofenilmetil)-1H- pirazolo
  • 2-ammino-4-clorofenolo
  • 4-idrossiindolo
  • 4-metossitoluene-2,5-diammina e il suo sale HCl
  • Solfato 5-ammino-4-fluoro-2-metilfenolo
  • N,N-dietil-m-amminofenolo
  • N,N-dimetil-2,6-piridindiammina e il suo sale HCl
  • N-ciclopentil-m-amminofenolo
  • N-(2-metossietil)-p-fenilendiammina e il suo sale HCl
  • 2,4-diammino-5-metilfenetolo e il suo sale HCl
  • 1,7-naftalendiolo
  • Acido 3,4-diamminobenzoico
  • 2-amminometil-p-amminofenolo e il suo sale HCl
  • Solvent Red 1 (CI 12150)
  • Acid Orange 24 (CI 20170)
  • Acid Red 73 (CI 27290)

In alternativa alle tinture chimiche noi consigliamo quelle naturali, come l’Henné, più sicure per la salute dei nostri capelli e del vostro organismo.

Oltre ad essere impiegato per tingere i capelli, l’Henné può essere anche usato per preparare maschere di bellezza per i capelli. Vediamo come.

Se avete i capelli corti, prendete:

  • 2 cucchiai di henné neutro (Cassia obovata)
  • 2 cucchiaini di miele d’acacia
  • 1 cucchiaino di olio di semi di lino
  • 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci
  • 1 cucchiaino di olio di germe di grano
  • Acqua

Se avete i capelli lunghi, invece, avrete bisogno delle seguenti dosi:

  • 4 cucchiai di henné neutro (Cassia obovata)
  • 4 cucchiaini di miele d’acacia
  • 2 cucchiaini di olio di semi di lino
  • 2 cucchiaini di olio di mandorle dolci
  • 2 cucchiaini di olio di germe di grano
  • Acqua

Con gli ingredienti suddetti preparate un impacco e applicatelo sui capelli bagnati, dalla radice alle punte. Attendete dai 30 minuti alle 2 ore e risciacquate bene con acqua tiepida. Fate lo shampoo come di consueto ed il gioco è fatto!

Altri argomenti interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *