Bellezza Capelli

Capelli: come usare la piastra lisciante evitando disastri e bruciature

L’impiego di strumenti per la messa in piega fai da te come, ad esempio, le piastre liscianti non va mai lasciato al caso in quanto le conseguenze potrebbero essere drammatiche. I capelli sono molto delicati e vanno curati e trattati con riguardo, in maniera costante nel tempo.

Attualmente in commercio esistono decine di modelli e tipologie di piastre: in ceramica, ionizzate, in metallo, ad infrarossi. La scelta è quindi molto più ampia rispetto al passato.

Con il passare del tempo, infatti, le piastre liscianti sono diventate sempre più efficaci e meno rischiose per il capello. Eppure nessuno strumento di questo genere è esente da controindicazioni ed una chioma bruciata o indebolita da un uso errato non è mai qualcosa di piacevole e bello da vedere.

La conseguenza più comune di un uso improprio della piastra è quell’effetto “crespo e duro” che compare in seguito ad una bruciatura profonda del capello. Con questo non vogliamo affatto dire che la messa in piega domestica sia da evitare, anzi, va fatta con attenzione e seguendo poche, semplici regole.

  1. Quando stai per procedere con la messa in piega, assicurati di aver asciugato perfettamente tutti i capelli. Puoi farlo con il fono oppure lasciandoli asciugare all’aria aperta, per esempio d’estate.
  2. Una volta aver rimosso liquidi ed umidità, utilizza un prodotto protettivo, come un latte o una crema ammorbidente.
  3. L’impiego di un balsamo dopo lo shampoo e prima dell’asciugatura è un plus che ci sentiamo però vivamente di consigliare alle fanciulle amanti della piastra lisciante.
  4. Non aspettare molto tempo dopo aver collegato la piastra alla rete elettrica. Tempi che vanno dai 3 ai 4 minuti sono più che sufficienti per ottenere il calore necessario ad allisciare i tuoi capelli in sicurezza.
  5. Dividi sempre la chioma in sezioni di uguale dimensione: per aiutarti puoi usare delle mollette o degli elastici. Non allisciare insieme ciocche di capelli molto corpose, potresti bruciare la parte superficiale della chioma, ottenendo un effetto blando sulla parte restante.
  6. Se la tua tipologia di capello te lo consente (se cioè la tua chioma non si sporca o non tende ad “ingrassarsi” con estrema facilità) applica dopo la messa in piega un prodotto fissante. Assicurati però che questo non sia oleoso, in modo da prolungare la durata dello stiraggio senza appesantire il capello. Una lacca a tenuta leggera può andare bene. In alternativa puoi optare per una crema lisciante a scelta tra le numerose in vendita.

Altri argomenti interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *