Bellezza Capelli

Come testare la salute dei capelli in primavera

La primavera è il periodo di massima vitalità anche per il capello.

Puoi valutarne lo stato dopo un lungo inverno i cui agenti atmosferici (pioggia, vento, alternanza di caldo e freddo) ne hanno aggredito la salubrità.

Piccoli passi per testare lo stato dei vostri capelli.

Pizzicate la pelle del cuoio capelluto, stringendola saldamente tra pollice ed indice.
Pizzicate dapprima la zona prossima alle orecchie poi sopra la testa, la fronte e le tempie.

Già dalla morbidezza del cuoio capelluto potrete desumerne la salute, infatti se riuscite a pizzicare bene la pelle, soprattutto le zone alte della testa, significa che il sangue circola liberamente.
Il sangue ha la funzione di trasportare tutte le sostanze necessarie per garantire la normale crescita del capello.

Se fate, invece, fatica a stringere la pelle del cuoio capelluto significa che la circolazione è ostacolata da una cattiva eliminazione delle tossine (grassi saturi contenuti nel sebo e prodotti dalla ghiandola sebacea). Le tossine, bloccate sotto il cuoio capelluto, possono comprimere le radici ed ostacolare l’irrorazione dei capelli.

Qualora abbiate riscontrato una scarsa morbidezza del cuoio capelluto potrete intervenire con un massaggio a ventosa, con una mano sopra l’altra, imprimete una compressione abbastanza forte per avvicinare le falangi dei palmi delle mani e cercare di pizzicare la pelle del cuoio capelluto, tramite un movimento di andirivieni.

Il movimento va compiuto sui capelli asciutti e su tutta la testa, dalla nuca alla sommità del capo, dalle orecchie alla sommità della testa. Insistete sulla zona della fronte e sopra la testa.

La frequenza è di due volte a settimana e la durata è di 1-2 minuti.

Un altro modo per intervenire al fine di diminuire le tossine è l’alimentazione, consumare più frutta e verdura, prediligere le carni bianche o il pesce ai salumi e le carni rosse.

Per verificare la ricrescita, fate questo veloce e pratico test. Dopo lo shampoo, prendete una ciocca e sollevatela a circa 50 cm dal cuoio capelluto, con l’asciugacapelli asciugate i capelli tra cuoio capelluto e mano. Mentre si asciugano, girate i capelli corti, il segno di una ricrescita recente.

Normalmente la caduta stagionale avviene in Ottobre, quindi la maggior parte dei capelli ricresciuti raggiunge i 4 e 5 cm in primavera.

Video per Massaggio del Cuoio Capelluto

Questo Contenuto è bloccato

In Giappone far lavorare il cuoio capelluto è considerato il miglior antistress, vera ginnastica per il capello.

Si può restituire una salute di fondo in soli tre movimenti, ammorbidendo il cuoio capelluto, sbloccando le micro tensioni muscolari, agevolando il flusso del sangue verso le radici.

I tre movimenti vanno eseguiti dalla nuca alla sommità del capo, poi dalle orecchie alla parte alta della testa, nel senso di circolazione del sangue.

Massaggio di mobilizzazione, appoggiare i polpastrelli delle dita sul cuoio capelluto, mantenerli leggermente distanziati e spingere con forza, eseguire un movimento su e giù o in rotazione.

Massaggio pizzicato, le mani sono distanti tra loro di 2 cm, mentre le dita sono serrate. Avvicinare le dita delle mani per pizzicare il cuoio capelluto.

Massaggio a ventosa, con le mani poggiate l’una sull’altra fare pressione per avvicinare le falangi dei palmi delle mani, cercando di pizzicare la pelle del cuoio capelluto. Il principio sta nel far scivolare la pelle del cuoio capelluto lungo la testa e non le dita lungo la pelle.

Tali movimenti possono essere eseguiti in qualunque momento della giornata, su capelli asciutti o umidi.

Altri argomenti interessanti:

3 Comments

  1. Elisabetta says:

    Bell’articolo! grazie di tutti questi suggerimenti… un bel massaggio direi che non fa proprio mai male 😀
    In questa primavera piu che mai sto perdendo un sacco di capelli … uffi… ho ricevuto un invito da un centro della Cesare Ragazzi Laboratories dove lavora un’amica per un test del cuoio capelluto e del capello… Mi hanno riscontrato una cute grassa e con parecchio sebo… eh infatti… ogni 2 giorni devo lavare i capelli e a volte anche ogni giorno.. con conseguente indebolimento 🙁
    Sto provando un trattamento della Linea Tricosil che mi hanno consigliato in quella sede e che ho acquistato …. e’ uno shanpoo rinfrescante e coaudiuvante anticaduta e nutriente x i capelli fragili a base di oli essenziali …
    che ne dite?
    io mi trovo parecchio bene…. speriamo faccia effetto :))) ma sicuramente provero’ anche il masssaggio ….. :)) relax e giovamento assicurato! :))) Grazie x i vostri consigli!!!!
    Betta

  2. Adriana says:

    Complimenti x video.Anche la articolo e utile,Grazie!

  3. Simona says:

    Grazie Adriana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *