Notizie

Portare il conto della propria salute con il Microvita

Il Microvita diventa unità di misura, del valore di circa mezz’ora, e permette di monitorare il costo che le buone e cattive abitudini hanno sulla salute.

Uno biostatico inglese ha tradotto in mezze ore di esistenza perse o guadagnate gli stili di vita e le scelte alimentari giuste e sbagliate.
All’apparenza una sorta di gioco da tavolo: una sigaretta fumata comporta la perdita di mezzo microvita (un pacchetto di bionde corrisponde a 5 ore di vita in meno); restare sdraiati in poltrona per due ore fa perdere un microvita come bere un bicchiere di alcol in eccesso; mangiare un hamburger equivale a mezz’ora di vita in meno; essere in sovrappeso di cinque chili significa perdere un microvita al giorno.
L’inventore di questa specie di gioco, deficit e recupero punti a seconda di usi e costumi sbagliati o corretti, è David Spiegelhalter, docente di Biostatistica della University of Cambridge.
Abbiamo tutti una vaga idea, per esempio, delle ripercussioni delle vacanze natalizie: i corposi menù, i dolci, lo spumante, le sfumacchiate tra parenti ed amici. Non avevamo la possibilità di quantificare il calcolo dei danni, ora sì.
Ogni volta che si fanno scelte sbagliate si accorcia la propria vita di mezz’ora.
Ma se mangiate frutta e verdura tutti i giorni ci sono quattro microvite in più, fare esercizio fisico ogni giorno vi fa guadagnare due microvite, solo un bicchiere di vino al giorno senza eccessi è un’altra microvita guadagnata.
Il lavoro dello scienziato è stato pubblicato sul British Journal of Medicine, così si può iniziare a fare i conti.
Infine, sulla base di studi sulla popolazione, c’è chi ha una dotazione di microvite più alta in partenza, in base al proprio sesso o al paese di nascita. Essere donna fa guadagnare quattro microvite in più al giorno rispetto ad essere uomo, mentre essere svedesi invece che russi ne fa totalizzare addirittura 21 in più, tra gli uomini. Infine un dato che riguarda tutti: vivere nel 2010 invece che nel 1910 ci ha regalato 15 microvite al giorno a testa.
Munitevi di carta e penna e annotate i punti di microvita persi e quelli recuperati, l’importante è che restiate in parità, se no, nave affondata come nel gioco di Battaglia navale.
Sfidatevi e vedete chi ha più microvita sarà un monito per lo sfidato recuperare microvita e salute.

Altri argomenti interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *