Bellezza della Pelle

Smagliature, le nemiche delle donne

A dare filo da torcere alla bellezza della pelle si uniscono, in un complotto, due acerrime nemiche delle donne, la cellulite e le smagliature. Con il termine smagliature si indica l’atrofia dermo-epidermica a strie altresì comparsa di cicatrici sulla cute e rottura delle fibre elastiche del derma. Una definizione che getta le interessate nel panico, e, ahinoi!, c’è un elemento che non migliora il quadro ma che a onor del vero va detto: nel 99% dei casi si tratta di segni indelebili.

Tra le maggiori cause delle smagliature, ha una posizione di primo piano il dimagrimento drastico o quello detto “a fisarmonica”, tipico di chi dimagrisce e ringrassa di continuo. Non di meno la gravidanza che, per il disequilibrio cutaneo e la conseguente perdita di tono ed elasticità, è un’altra causa delle smagliature.

Le parti del corpo più colpite sono i glutei, per la precisione nella zona laterale che si collega alla coscia; il seno, nei casi di sviluppo precoce durante la pubertà oppure post-gravidanza, durante l’allattamento; l’addome, specie dopo una gravidanza (per evitare che sopravvengano le smagliature all’addome e conservare il tono, ricorri agli addominali, anche poche serie al giorno e passa la paura!); più rare ma comunque nella hit, a rischio smagliature, compaiono le braccia, specie nel caso di dimagrimenti repentini.

Questi spiacevoli segni hanno un diverso grado di gravità: al primo stadio, le smagliature sono piccoli solchi rosa appena percettibili che non creano particolare fastidio alla vista; al secondo stadio, le smagliature diventano più visibili; al terzo, le smagliature iniziano a diventare delle vere striature di colore rosso o viola e quindi estremamente visibili; al quarto ed ultimo stadio assumono il caratteristico colore biancastro.

In fatto di smagliature vale più che mai il detto “prevenire è meglio che curare”. La prevenzione, sebbene tali segni costituiscano un fatto difficilmente risolvibile, consiste nell’intervenire quando si è allo stato iniziale, lo schema messo in campo è il seguente: “giocare d’anticipo”. Come? Attraverso piccoli accorgimenti quali l’esercizio fisico, l’utilizzo di creme ad alto potere elasticizzante.

Il Primo soccorso si dota di ben precisi strumenti ed accorgimenti: creme a base di collagene, elastina e piante officinali come la centella asiatica, l’equiseto, la rosa mosqueta, rivitalizzante per gli strati epiteliali, l’edera; il burro di cacao, molto nutriente, e l’olio di Argan che stimola l’ossigenazione e la rigenerazione dei tessuti. È essenziale mantenere la pelle idratata anche dall’interno e bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno, condurre, inoltre, un’alimentazione equilibrata ricca di vitamine E e C (frutta, frutta secca e verdura).

Ricapitolando, va bene rimediare anzitempo con creme ed espedienti naturali, congiuntamente, se si vuole dimagrire, farlo con precauzione. Iniziare una dieta gradatamente ed introdurre l’esercizio fisico, può essere una buona risposta. Una corsetta al giorno ti aiuterà a mantenerti in forma, a potenziare l’effetto della dieta senza compromettere il tono della tua pelle.

Ci sono, poi, altri rimedi più o meno invasivi, la dermoabrasione e le sedute di laser. Interventi che richiedono un consulto medico preliminare. Importante: per qualsiasi terapia anti smagliature è previsto un periodo di astensione dalla luce solare diretta.

Qualche consiglio per combattere le smagliature

Questo Contenuto è bloccato

Altri argomenti interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *